I laboratori ed i workshops dei singoli moduli del master ASP non sono intesi come puri esercizi didattici, ma propongono esperienze progettuali evolute e adeguate al terzo livello di formazione universitaria, infatti:

- si commisurano con questioni e temi interessanti e concreti, in un confronto il più incisivo possibile con il dibattito culturale e professionale in atto;

- richiedono una collaborazione effettivamente interdisciplinare, in cui vengono sollecitate, esaltate e rese fruttifere le diverse competenze e vocazioni degli allievi (architetti, ingegneri, conservatori, storici dell’arte, archeologi ecc.);

- sono diretti dai coordinatori dei moduli, da docenti e tutors esperti; per i moduli 1 e 2a sono organizzati e seguiti in prima persona da Francesco Cellini;

- si svolgono, di preferenza, in contesti internazionali;

- si concretizzano in contributi scientifici e progettuali documentati e pubblici.

I progetti di laboratorio dagli scorsi anni sono stati sono stati esposti in varie sedi, tra cui la Biennale di Venezia, ovvero hanno partecipato (ottenendo menzioni e premi) a concorsi nazionali ed internazionali; hanno inoltre goduto del supporto scientifico o della collaborazione di istituzioni pubbliche di rilievo, quali la DARC, l’Istituto Archeologico Germanico, il Parco della Valle dei Templi di Agrigento, la Missione Archeologica di Tiermes (Spagna), la Missione Archeologica di Tongobriga (Portogallo), il Museo Diffuso di Cavallino, la Biennale dello Spazio Pubblico di Roma.